|

Piccole Articolazioni della Mano

La guida ecografica per ottenere una maggiore precisione terapeutica

L'uso della guida ecografia ad alta frequenza permette di operare con una maggiore sicurezza ed accuratezza nel posizionamento degli aghi a livello delle piccole articolazioni, rispetto ad approcci basati sulla palpazione.

 

Articolazioni come quella interfalangea prossimale e quella metacarpo falangea rappresentano una sfida a causa della loro ridotta dimensione e rendono il posizionamento dell'ago al loro interno altamente problematico.

 

Il ridotto volume di fluido all'interno di queste articolazioni rende inoltre la tecnica di aspirazione di difficile esecuzione anche quando l'ago viene posizionato correttamente.

 

L'abilità di inserire l'ago correttamente in queste articolazioni ha perciò un importanza significativa a livello diagnostico, terapeutico e di ricerca. La diagnosi dei cristalli di pirofosfato di calcio nell'artrite settica, ad esempio, richiede l'analisi dei fluidi sinoviali, e le terapie intra-articolari necessitano di un corretto inserimento dell'ago per poter procedere nell'infiltrazione.

 

L'utilizzo della guida ecografica nelle terapie rivolte ad articolazioni di ridotta dimensione come quelle della mano riduce notevolmente il rischio di iniettare all'interno dei tendini, tessuto adiposo, muscoli e nervi e determinando quindi un danneggiamento tessutale.